Il glicine fa primavera

Molti dei fiori che si trovano in primavera sono commestibili, trà questi c’è il glicine, ottimo in insalata, nei risotti o come nel nostro caso in tempura. Una primizia di primavera oltre ad essere un piacere per la vista e per l’olfatto.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr tonno (da utilizzare crudo)

100 gr taccole

300 gr fiori di glicine

100 gr farina riso

50 ml acqua gasata fredda

Sale rosa

Olio evo

Olio semi arachide

Aceto balsamico

Procedimento:

1. Lavate le taccole e tagliatele a pezzi, cuocete a vapore con un pizzico di sale per 10 minuti.

2. Tagliate il tonno al coltello fino ad ottenere una tartar, condite con una vinaigrette ottenuta con olio evo, aceto balsamico e sale rosa.

3. Preparate la pastella per la tempura, mescolate la farina di riso con acqua gasata fredda fino ad ottenere una pastella densa. Aggiungete 100 gr di fiori e mescolate. Quando l’olio sarà caldo aiutatevi con un cucchiaio per formare le frittelle, cuocete qualche minuto fino a che saranno dorate. Scolate su carta assorbente e salate.

Impiattate la tar tar di tonno al centro del piatto, aggiungete fiori di glicine e le taccole, condite con un po’ di vinaigrette, per ultime aggiungete le frittelle, tre per ogni piatto.

3 risposte a “Il glicine fa primavera”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *