Soufflè al cioccolato e cardamomo.

Avete mai usato il cardamomo nelle vostre ricette? Io lo adoro accostato al cioccolato fondente, in particolare la ricetta di questo mini soufflè è ideale per accompagnare il momento caffè, sia fine pasto o una chiacchera trà amici. Unica pecca di questa ricetta è che va preparata al momento altrimenti come si sa il soufflè si sgonfia!

Il cardamomo è  una pianta spesso utilizzata nelle ricette orientali. Dalle riconosciute proprietà curative, contiene calcio , potassio, zinco, ferro, fosforo, magnesio e rame.Utilizzato per la preparazione di tisane è particolarmente indicato per l’apparato digerente.

 

Ingredienti per 6 cocotte alte circa 5 cm:

75 ml latte intero

70 gr cioccolato fondente

5 gr di amido di mais

20 gr zucchero a velo

70 gr di albumi

1 tuorlo

10 semi di cardamomo

burro e zucchero semolato per le cocotte

Procedimento:

  1. schiacciate i semi di cardamomo in modo che quando li immergete nel latte rilascino tutto il loro sapore e aroma. Lasciate in infusione nel latte per 4 ore.
  2. trascorse le 4 ore filtrate on modo da eliminare tutti i semi. Scaldate il latte sul fuoco fino a quando arriva a bollore, togliere dal fuoco e sciogliere al suo interno il cioccolato che avrete tagliato a scaglie.
  3. una volta sciolto bene il cioccolato aggiungete l’amido e il tuorlo, quindi mescolate bene.
  4. montate gli albumi a neve con lo zucchero a velo, aggiungete il composto con cioccolato e amalgamate bene mescolando dal basso verso l’alto.
  5. preriscaldate ilforno a 200°, imburrate le cocotte e quindi spolverate con zucchero semolato.
  6. riempite per i 2/3 e infornate a 200° per 12 miuti, consumate immediatamente dopo aver tolto il dolce dal forno…. perchè il soufflè si sgonfia!!!

Carnaroli al ricordo della carbonara

Oggi mi concedo una piccola presunzione, quella di rivisitare un capo saldo della cucina italiana, cambiando un solo ingrediente, usare il riso carnaroli al posto dello spaghetto, infine preparando l’uovo in modo inusuale.
Per 4 persone

Per preparazione uovo marinato:
2 tuorli freschi
200 gr zucchero
200 gr sale grosso

Per risotto:

Brodo vegetale (sedano, carota, cipolla)
350 gr riso carnaroli
200 gr guanciale
100 gr pecorino romano

Pepe

Sale

Per uovo marinato:

1.Mescolare sale zucchero in parti uguali.
2.Aprite le uova e tenete solo il tuorlo.
In una ciotola di ceramica o silicone fate un letto con il sale e lo zucchero mescolato in precedenza. Adagiate un tuorlo e ricopritelo ancora con il composto di sale zucchero.

3.Lasciate riposare per 8 10 ore, trascorso questo tempo sciacquate sotto l’acqua.
Poi per raggiungere la consistenza solida per cui deve essere grattugiato deve restare a seccare per 13 14 giorni in una scatola di latta con il coperchi semiaperte in modo che l’aria entri nel contenitore.

Per il risotto:

1.Prepara il brodo.

2.Fate tostare il riso in una pentola dai bordi alti, poi aggiungete il brodo e portatelo cottura.
3.Nel frattempo tagliate il guanciale a cubetti e fatelo sgrassare una padella senza aggiunta di olio burro eccetera.
4.Quando il risotto arriva circa metà cottura aggiungete il guanciale al suo interno.
Quando dopo circa 18 minuti il risotto è cotto togliete dal fuoco e mantecate con il pecorino romano grattugiato.
5.Lasciate riposare 2 minuti nella pentola coperta con un canovaccio.
Impiattate e grattugiate sopra l’uovo marinato.

Mi raccomando per questo piatto nel brodo nelle altre fasi utilizzate poco sale perché comunque già guanciale è salato di suo….