Carnaroli al ricordo della carbonara

Oggi mi concedo una piccola presunzione, quella di rivisitare un capo saldo della cucina italiana, cambiando un solo ingrediente, usare il riso carnaroli al posto dello spaghetto, infine preparando l’uovo in modo inusuale.
Per 4 persone

Per preparazione uovo marinato:
2 tuorli freschi
200 gr zucchero
200 gr sale grosso

Per risotto:

Brodo vegetale (sedano, carota, cipolla)
350 gr riso carnaroli
200 gr guanciale
100 gr pecorino romano

Pepe

Sale

Per uovo marinato:

1.Mescolare sale zucchero in parti uguali.
2.Aprite le uova e tenete solo il tuorlo.
In una ciotola di ceramica o silicone fate un letto con il sale e lo zucchero mescolato in precedenza. Adagiate un tuorlo e ricopritelo ancora con il composto di sale zucchero.

3.Lasciate riposare per 8 10 ore, trascorso questo tempo sciacquate sotto l’acqua.
Poi per raggiungere la consistenza solida per cui deve essere grattugiato deve restare a seccare per 13 14 giorni in una scatola di latta con il coperchi semiaperte in modo che l’aria entri nel contenitore.

Per il risotto:

1.Prepara il brodo.

2.Fate tostare il riso in una pentola dai bordi alti, poi aggiungete il brodo e portatelo cottura.
3.Nel frattempo tagliate il guanciale a cubetti e fatelo sgrassare una padella senza aggiunta di olio burro eccetera.
4.Quando il risotto arriva circa metà cottura aggiungete il guanciale al suo interno.
Quando dopo circa 18 minuti il risotto è cotto togliete dal fuoco e mantecate con il pecorino romano grattugiato.
5.Lasciate riposare 2 minuti nella pentola coperta con un canovaccio.
Impiattate e grattugiate sopra l’uovo marinato.

Mi raccomando per questo piatto nel brodo nelle altre fasi utilizzate poco sale perché comunque già guanciale è salato di suo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *