Spring tart in abbinamento Alto Adige Moscato Rosa Kaltern

La cream tart è il tormento del momento, bella da vedere e buonissima da mangiare, per il modo in cui è composta si presta a mescolare assieme varie tipologie di sapori.

Con presunzione la mia la battezzo Spring Tart, questi sono colori che fanno primavera e non vedo l’ ora che arrivi.

Mi sono cimentata pure io in questa preparazione appunto per la sua bellezza, perchè se non lo sapete io non amo fare i dolci, ma qui la creatività la fà da padrona.

Non conosco bene l’origine di questo dolce, quello che è certo è che è un bel dolce divertente, si può fare per compleanni e ricorrenze a forma di lettera, numero, cuore….

Premetto che di seguito scriverò tutte le preparazioni che ci sono state per creare la torta in foto, potete benissimo acquistare i macarons oppure altri tipi di guarnizione, in zucchero o cioccolato.

I momenti più belli sono sempre accompagnati da un buon bicchiere di vino, oggi vi propongo un Alto Adige Moscato Rosa della cantina Kaltern, inserisco un cenno storico preso dal sito della cantina:

“si narra che quando il principe Heinrich von Campofranco, si trasferì dalla Sicilia a Caldaro a metà del 1800, ha portato con se delle marze della varietà Moscato Rosa.”

Colore rosso brillante, profumo di petali di rosa e litchi, aromatico e persistente, vino tipico da dessert, si accompagna al meglio con dolci dai sapori consistenti.

http://www.kellereikaltern.com/

Ingredienti per circa 28/30 macarons:

100 gr farina di mandorle

75 gr albumi temperatura ambiente

100 gr zucchero a velo

100 gr zucchero semolato

25 gr acqua

3 cucchiaini te macha

160 gr cioccolato bianco

50 gr panna fresca

1 cucchiaino agar agar

Ingredienti per la girella:

2 uova

50 gr zucchero semolato

70 gr farina 00

1/2 cucchiaino lievito

1/2 cucchiaino essenza di vaniglia

alkermes q.b.

100 gr cioccolato fondente

80 gr panna fresca

Ingredienti per la torta, lettera circa 25 cm:

180 gr farina 00

30 gr farina di mandorle

100 gr burro

80 gr zucchero velo

1 uovo

sale un pizzico

1 cucchiaino essenza vaniglia

per la crema:

300 gr mascarpone

1 cucchiaio di miele

150 gr panna fresca da montare

110 gr latte condensato

1 cucchiaino di agar agar

pistacchi tritati

se li trovate fiori eduli

Procedimento per i macarons:

  1. In una ciotola unite la farina di mandorle, lo zucchero a velo e la matà degli albumi, mescolate bene fino ad ottenere un composto denso.
  2. In una ciotola montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale, fate scigliere in un pentolino zucchero semolato e acqua e fate cuocere fino a quando raggiungerà i 118°.
  3. Versate lo sciroppo ottenuto a filo nella ciotola con gli albumi montato, continuate a montare con le fruste fino a che il composto non sarà freddo, in questa operazione dovete aggiungere anche il te macha (o il colorante che preferite) per dare colore ai vostri macarons.
  4. Trasferite il composto in una sac a poche con bocchetta liscia di circa cm 1, io uso i tapetini in silicone ma potete usare anche carta forno, i dischi devono avere un diametro di circa cm 3, lasciate asciugare per 10 minuti, poi infornate in forno ventilato per 12 minuti a 160°. Una volta sfornati i guschi non vanno maneggiati finchè sono ancora caldi, si rompono.
  5. edf
  6. Per la ganache fate sciogliere a bagno maria il cioccolato assieme alla panna, quando sarà sciolto versate in una ciotola e unite agar agar he funge da aggensante, lasciate raffreddare.
  7. Quando la ganache si sarà rappresa trasferitela in una sac a poche , farcite e unite i due gushi, fate riposare una notte in frigo.

Procedimento per la girella:

  1. Montate lo zucchero con le uova per 10 minuti nella planetaria, aggiungete la farina, il lievito e la vaniglia e amalgamate bene.
  2. Foderate la placca del forno con apposita carta, stendete l’ompasto aiutandovi con una spatola, livellate bene in uno strato sottile, cuocete a 180° per 10 minuti.
  3. Appena togliete il pan di spagna dal forno arrotolatelo e fate raffreddare.
  4. Fate fciogliere il cioccolato a bagno maria con la panna, mescolando bene.
  5. Srotolate il pan di spagna e bagnatelo bene con l’alkermes, farcite col cioccolato, arrotolate bene e avvolgete nella pellicola trasparente. La girella dovrà avere più o meno lo stesso diametro dei macarons.
  6. Una volta che il rotolo sarà compatto va farciro con un pò del cioccolato che avrete lasciato da parte e granella di pistacchi.
  7. edf

Procedimento per la cream tart:

  1. Nella platenaria lavorate con la foglia il burro freddo tagliato a pezzi con la farina.
  2. Aggiungete la farina di mandorle, lo zucchero a velo, l’essenza di vaniglia e per ultimo l’uovo, impastate bene, formate un panetto e fate riposare in frigo almeno 2 ore.
  3. Intanto preparate la crema, montate con le fruste il mascarpone, la panna, latte condensato e il miele, aggiungendo agar agar, fino ad ottenere una crema corposa e consistente, trasferite in una sac a poche e riponete in frigo.
  4. Stendete la pasta aiutandovi con due fogli di carta forno e il mattarello, la pasta deve essere spessa 4 mm, ritagliate 2 volte la forma che più vi piace e infornate a 180° per circa 18 minuti.
  5. edf
  6. Dopo che le sue basi si saranno raffreddate potete farcire la torta, disponete una base su vassoio, farcite con crema a ciuffetti e granella di pistacchio
  7. edf
  8. Aggiungete la seconda base e guarnite nuovamente con la crema e i pistacchi, aggiungendo i macarons, la girella tagliata a fette di cm 1 e i fiori eduli
Spring tart

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *