Tortin armelin

Un nome tipicamente dialettale ( Veneto) che ci ricorda che l’albicocca arriva dall’Aemenia appunto.

Un frutto tipicamente estivo che  in Italia ha trovato clima e terreno fertile per crescere, una delizia dolce e corposa, perfetta anche in estate per una colazione o merenda buona e sana.

Ingredienti per 10 tortini circa cm 8 diametro:

500 gr di albicocche

2 uova

130 gr zucchero

360 gr farina 0

1 bustina lievito per dolci

125 gr di yogurt bianco intero.

olio evo e farina per pirottini

sale

Procedimento:

  1. lavate e sbucciate 400 gr di albicocche, tagliatele a pezzetti e versate nel mixer.
  2. montate le chaire a neve aggiungendo un pizzico di sale.
  3. con le fruste montate le i tuorli con lo zucchero fino a che saranno chiari e spumosi.
  4. versate la farina nel mixer e azionate, aggiungete poi i tourli con lo zucchero, lo yogurt  e la busta di lievito, tritate per amalgamare.
  5. aggiungete poi gli albumi mescolando con un cuchiaio avndo cura di non farli smontare.
  6. oleate i pirottini e cospargeteli di farina, riempite i pirottini per 2/3 con il composto ottenuto, guarnite con 2 o 3 fette di albicocca e infornate  a 185° per un’ora, a metà cottura cospargete la parte superiore con zucchero.

Involtini con foglie di vite

In natura non si butta nulla, esistono parti di vegetali che con stupore si scoprono commestibili, e non solo anche buone dal punto di vista del gusto.

Accade anche con le foglie di vite, utilizzate nella cucina Greca e in quella Coreana, donano un gusto particolare ai piatti, ne dolce ne salato ma perticolarmente aromatico. Oltre a fornire fibre e proteine al nostro organismo, mi raccomando foglie di vite non trattate, io ho la fortuna di utilizzare quelle delle mie piante.

La ricetta che vi lasciooggi è ispirata ai famosi Dolmadakia Yialantzì, involtini di riso e agnello tipici della cucina Greca, io però ho voluto sostituire il riso con il rosso hermes e accompagnare il tutto con una salsina ispirata alla salsa tzatziki, sostutuenso l’aglio con lo scalogno.

In base alle quantità che decidete di preparare può essere considerato antipasto o secondo piatto.

Foglie di vite

Ingredienti per 10 foglie di vite:

10 foglie di vite

450 gr di agnello

1 spicchi d’aglio

birra chiara qb

sale

pepe nero

olio evo

6 foglie di menta

per la salsa:

100 gr yogurt greco

2 scalogno

4 foglie di menta

Procedimento:

  1. tagliate la polpa di agnello a pezzetti piccoli, rosolate con un filo d’oglio d’oliva, sfumate aggiungendo circa 200 ml di birra, coprite e fate cuocere per circa 20 minuti. Lasciate raffreddare.
  2. scolate la carne dal brodo, il brodo vi servirà per cuocere il riso. Fate bollire il brodo agiungendo acqua,  fate cuocere il riso ( circa 25/28 minuti), scolate.
  3. lavate bene le foglie di vite ed asciugatele.
  4. mescolate il riso con la carne, agiungete menta tritata, sale, pepe, amalgamate bene.
  5. disponete le foglie di vite su di un tagliere, riempite con il coposto ottenuto in precedenza, chiudete le foglie su se stesse e fissate con stuzzica denti.
  6. nel mixer tritate scalogno con un filo di olio evo, aggiungete la menta, quindi versate il composto nello yogurt e salate, fate riposare in frigo fino al momento del servizio.
  7. in una padella fate scaldare un filo di olio evo, inserite gli involtini nella padella e fate cuocere 5 minuti per lato a fiamma vivace.

Servite con la salsa

involtini con foglie di vite

 

Gnocchi primari

Quindi per motivi di colore vanno preparati e cotti separatamente…
Per 4 p
300 gr di zucchine
300 gr di carote
200 gr patata
200 gr farina0+qb
Primo sale di capra
Olio evo
Sale
Pepe nero

Sbucciate le carote tagliatelle a tocchetti, idem per le patate, dalle zucchine levate i semi interni e tagliate a tocchetti. Cuocete le verdure a vapore.
Dividete le patate 50%carote 50%zucchine, frullate separatamente i due composti, impastate le zucchine con 120 gr di farina, le carote con 80 gr di farina, vi consiglio di impastare soprattutto le zucchine quando saranno ben fredde…
Se serve aggiungere altra farina…
Formate dei serpenti di impasto e tagliate gli gnocchi…
Fate bollire 2 pentole divise di acqua, salate, buttate in una gnocchi di zucchine in una gnocchi di carote…. quando vengono a galla spadellate con olio evo…
Impiattate, pepe e primo sale

La mia paella estiva

Ricetta preparata per una cena a 4…

4 ragazze che mi hanno chiesto una cena semplice, gustosa e bella.

L’idea è stata quella di rivisitare un piatto della tradizione spagnoala, la paella de marisco, solo nella temperatura e nell’impiattamento, non  nei sapori.

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di riso arborio

2 kg di cozze

10 seppioline

3 totani di piccole dimensioni

10 gamberoni

2 peperoni gialli

2 peperoni rossi

200 gr fagiolini

1 cipolla gialla

1 spicchio d’aglio

4 gr di zafferano

peperoncino qb

sale

olio evo

Procedimento:

  1. Lavate i peperoni e i fagiolinni, tagliate i peperoni a cubetti e i fagiolini a metà.
  2. Fate rosolare la cipolla e l’aglio in due padelle diverse, versate i peperoni nella cipolla e i fagiolini nell’aglio, salate e portate a cottura aggiungendo acqua.
  3. Lavate le cozze e levate la barba esterna, fate aprire in padella calda con coperchio. Estraete le cozze dai gusci tranne alcune che serviranno per guarnire. Filtrate e lasciateda parte l’acqua di cottura.
  4. Portate a bollore abbondante acqua, compresa anche l’acqua delle cozze lasciata da parte, salate, bollite il riso e scolatelo al dente. Lasciate da parte circa 250 ml di acqua di cottura.
  5. Versate il riso scolato nei peperoni, unite i fagiolini, peperoncino (poco), zafferano e i 250 ml di acqua, ultimate cottura e fate rosolare, per conferire alla paella il suo caratteristico sapore.
  6. Tagliate a rondelle le seppie e i totani puliti, cuocete con un filo di olio evo per 5 minuti e unite al riso, mescolate.
  7. Impiattate aiutandovi con un coppa pasta, cuocete i gamberi in padella e posizionateli sopra il riso, sfilate coppa pasta molto delicatamente e guarnite con le cozze, un filo di olio evo.
  8. In abbinamento consiglio un Brolettino Ca dei Frati servito a 13°

http://cadeifrati.it/

#luglio2018

Una ricetta perfetta per una serata come questa, un temporale di luglio che rinfresca l’aria, ma tu hai in frigo tutti i sapori dell’estate, burrata, datterini dell’orto, spinacini freschi, pochi minuti ed è pronta una ricetta che sprigiona sapori a ogni boccone.

Ingredienti per 4 persone:

360 gr di fusilloni

150 gr di burrata

200 gr spinacini in foglia

200 gr datterini rossi e gialli

Sale

Peperoncino in polvere

Olio evo

1 spicchio d’aglio

Procedimento:

  1. Lavate gli spinaci e i pomodorini, asciugate bene.
  2. Tagliate i pomodorini a metà
  3. Fate rosolare l’aglio in olio evo, togliete l’aglio, saltate i pomodorini per 5 minuti, aggiungete peperoncino in polvere.
  4. Aggiungere gli spinacini e saltate due minuti, aggiustare di sale.
  5. Fate bollire l’acqua, salate, cuocete la pasta e scolate. Fate saltare con i pomodorini e gli spinacini, impiattate e aggiungete la burrata a pezzi.

Stuzzichi d’estate

Anche se è estate non si placa la mia voglia di cucinare, di avere ospiti…

Però allo stesso tempo per le mie cene estive magari in giardino sento il bisogno di passare meno tempo trà forno e fornelli, prediligo quindi preparazioni che poi vanno consumate fredde o temperatura ambiente.

Come la ricetta che scrivo oggi, un’antipasto/stuzzichino per apertivo che potete preparare trnquillamente prima, così potrete godervi il momento di festa con i vostri ospiti.

Ingredienti per di stuzzichi:

1 melanzana striata (10 fette spesse 7 mm)

3 peperoni di medie dimensioni (2 gialli, 1 rosso)

4 foglie grandi di basilico, più piccole per guarnizione

100 gr pane grattugiato

sale aromatizzato ai fiori

sale

3 mozzarelline di bufala

30 gr di zenzero

1 pomodoro peretto maturo

olio evo

pepe nero

Procedimento:

  1. Tagliate la melanzana a fette spesse circa 7 mm, salate e fate scolare su carta da cucina per 30 minuti.
  2. Nel mixer tritate il pane grattugiato con le 4 foglio grandi di basilico e il sale aromatizzato ai fiori, cospargete un lato delle melanzane xon il pane grattugiato, un filo d’olio.
  3. foderate la griglia del forno con carta, unfornate a 170° ventilato per 20 minuti, poi 5 minuti con grill, togliete dal forno e fate raffreddare
  4. Lavate i peperoni e tagliateli a pezzetti piccoli, grattugiate lo zenzero e fate soffriggere in padella con olio evo, unite i peperoni, salate,coprite e fate cuocere fino a che non saranno bene appassiti, se serve durante la cottura aggiungete azqua.
  5. Tagliate il pomodoro a fette spesse circa 5mm, tagliate le mozzarelle di bufala a fette.
  6. Sul fondo adagiate una fetta di melanzana, poi una fetta di pomodori, i peperoni allo zenzero, la mozzarella di bufala, un pizzico di pepe e per finire la foglia di basilico.

Cupola al melone

Uno dei frutti dell’estate indubbiamente è il melone, ne esistono 4 varietà divise trà meloni invernali e estivi, quello che utilizzo nella ricetta è il melone retato il più diffuso dalle mie parti.

Propongo un dolce fresco, senza uova vista la stagione, e comunque in ogni caso se è possibile mantenere un dolce basso in calorie e colesterolo è meglio, l’ho preparato in occasione di un pranzo e ha avuto un grande successo.

Ingredienti per 4 persone, pirottini 8 cm:

50 gr di Pavesini

1/4 di un melone

100 ml di latte

200 gr mascarpone

100 gr panna da montare

20 ml rum

1/2 bacca di vaniglia

2 cucchiai di zucchero

Preparazione:

  1. Tagliate a pezzetti la metà del melone a disposizione, frullate con frullatore a immersione aggiungendo latte e rum.
  2. Foderate gli stampini in alluminio con pellicola, tagliate i pavesini alla stessa altezza del pirottino, intingete i pavesini nel succo di melone e foderate lo stampino andando a creare le pareti esterne, con un pezzettino di pavesino intinto chiudete il buco che resta.
  3. Prepariamo la crema, in una terrina versate la panna, estraete i semi dalla bacca di vaniglia e aggiungeteli alla panna, unite i 2 cucchiai di zuccero, montate. Unite il mascarpone mescolando senza far smontare il composto, unite anche 3 cucchiai della bagna per i pavesini.
  4. Versate per ogni pirottino un cucchiaio di crema, intingete un pavesino spessato a metà e inseritelo nel dolce, aggiungete unn’altro cucchiaio si crema e finite con un’altro pavesino imbevuto nella bagna al melone.
  5. Chiudete il pirottino con l pellicola, fate riposare in frigo almeno 2 ore, servite guarnendo con sfere di melone,

Cheese cake al bicchiere

Il profumo delle pesche è una delle cose che amo di più dell’estate, succose e dolci, il loro sapore e consistenza varia in base alla varietà, pesche gialle, pesche noci… una per ogni palato.

In questa ricetta ho coluto riproporre un classico in chiave moderna, pesche e amaretti, ho voluto anche rispolverare un tipo di bicchiere quello da Martini molto anni 80, ma che ben si presta alla stratificazione.

Una cheese cake senza cottura e senza uova, che unisce ricotta di pecora a caprino vaccino, per smorzare un pò il gusto intenso della ricotta di pecora.

Ingredienti per 2 calici da Mrtini:

1 pesca noce

20 ml di acqua

1,5 cucchiai di zucchero semolato

30 gr di amaretti (piccoli)

25 gr di olio evo

100 gr di ricotta di pecora

50 gr caprino vaccino

50 gr panna da montare

3 cucchiai di zucchero a velo

2,5 gr di colla di pesce

Procedimento:

  1. In acqua fredda fate ammollare la colla di pesce.
  2. Prepariamo le pesche sciroppate fatte in casa, sbucciate e private del trsolo la pesca, tagliate a dadini. Portate a bollore l’acqua, sciogliete al suo interno lo zucchero. Quando l’acqua sarà giunta a bollore spegnete il fuoco, versate al suo interno i dadini di pesca e lasciate raffreddare.
  3. Sbriciolate gli amaretti, avendo cura di lasciarne qualcuno da parte. Mescolate amaretti con olio evo e formate uno strato di circa 2 cm sul fondo del bicchiere.
  4. Montate la panna con lo zucchero a velo, in un’altra ciotola unite la ricotta al caprino, mescolare bene. Unite la panna al composto di formaggi e amalgamate bene avendo cura di non farlo smontare.
  5. Trasferite in composto in una sac a poche ( il risultato sarà più pulito), farcite ii bicchiere con la crema di fomaggi.
  6. Scolate le pesche lasciando da parte il liquido, guarnite i bicchieri con abbondante pesca, qualche amretto e nappate con 2 cucchiaini di sciroppo delle pesche.
  7. Fate riposare in frigo per un’ora.

Insalata di riso arcobaleno con Friuli Colli Orientali Pinot Grigio

Ho preparato questa ricetta un pò  per  il contest della riseria Melotti (che ho vinto!!!) e perchè è un’ottimo piatti veloce ed equilibrato da consumare nel periodo estivo, perchè si sa che durante i mesi caldi è ideale consumare cibi leggeri e freschi. La seconda ragione è che con questa ricetta si può utilizzare quel po’ di riso che resta in frigo, mescolando assieme varie tipologie, inoltre gli ingredienti sono semplici, tutti li abbiamo in casa, tonno in scatola, ceci, peperoni, carote e erba cipollina.

A questo piatto, abbino un Friuli Colli Orientali Pinot Grigio 2015 della Cantina Denis Pizzulin. Colore cristallino, giallo paglierino. Profumi intensi con buona complessità e finezza. Sentori di frutta matura, pera, crosta di pane e sali minerali. In bocca secco, morbido con buona freschezza e sapidità, intenso e con buona armonia.

Di seguito vi lascio i link della riseria Melotti di Isola della Scala e della cantina Pizzulin, in entrambi i casi prodotti di eccellenza:

http://www.melotti.it/it/

http://www.pizzulin.com/

Ingredienti per 6 persone:

360 gr di riso misto trà riso nero Beppino, riso rosso Rosetta, Vialone nano

100 gr di tonno in scatola all’olio di oliva

40 gr di ceci in scatola cotti al vapore

1 peperone giallo

1 carota

15 gr erba cipollina

20 gr basilico

Olio evo

Sale

Peperoncino in polvere

Procedimento:

  1. In acqua bollente cuocete per un minuto le foglie del basilico, lasciatelo raffreddare in acqua e ghiaccio, scolate le foglie, poi frullate con frullatore a immersione aggiungendo un filo di olio evo e un pizzico di sale.
  2. Lessate i tre tipi di riso in tre pentole differenti, in abbondante acqua salata. Le cotture variano dai 15 minuti del vialone nano ai 35 minuti per il riso venere. Scolate il riso quando sarà cotto, se avete intenzione di impiattare a strati di colore mantenetelo in recipienti separati, altrimenti potete mescolare il tutto.
  3. Tagliate il peperone e le carote a cubetti, in una padella fate scaldare un filo d’olio evo, inserite le verdure e fate cuocere per 10 minuti, aggiustate di sale e peperoncino a seconda dei gusti.
  4. Aggiungete alle verdure i ceci precotti e l’erba cipollina tagliata a pezzetti, fate cuocere altri 5 minuti. A freddo aggiungete il tonno in scatola sgocciolato.
  5. Se volete ottenere un’insalata di riso mescolate riso e verdure tutto assieme, altrimenti potete procedere (aiutandovi con un coppa pasta) come in foto impiattando a strati o “arlecchino” come in foto, completando il tutto con il condimento. Di base sul piatto la crema di basilico.

Zucchini in fiore

Le zucchine uno degli ortaggi che preferisco, vorrei che la loro stagionalità fosse 12 mesi su 12, grigliate, spadellate,  al forno, come sugo per la pasta… Ma per favore non fatemi vedere le zucchine bollite…

In questa ricetta uso anche il fiore…

Ingredienti:

8 zucchini di medie dimensioni

400 gr pesce spada

200 gr provola dolce

Sale maldon

Peperoncino fresco

Olio evo

Fiori di zucchina qb 😂😂😂

Farina di riso

Birra bionda

Procedimento:

  1. Lavate le zucchine, eliminate le estremità, tagliate le zucchine a pezzi lunghi circa 5 cm.
  2. Scavate le zucchine con un leva torsoli, disponete in una pirofila in piedi, salate e cuocete a microonde per 2 minuti.
  3. Tagliate il pesce spada e la provola  a tocchetti, versate nel mixer, aggiustate di sale con varietà maldon, aggiungete 1/2 peperoncino piccante, frullate in modo grossolano.
  4. Riempite le zucchine con il composto e infornate a 190°per 20 minuti e poi finite con qualche minuto di gril
  5. Nel frattempo lavate i fiori di zucchina e asciugate bene
  6. Preparate una pastella con farina di riso e birra, la birra deve essere fredda, meglio se preparate la patella in una ciotola di metallo che avete messo in frizzer.
  7. La pastella è pronta quando è densa da creare delle scritte sulla pastella
  8. Scaldare l’olio controllate che sia a temperatura con uno stecchino di legno, che una volta pronto farà le bollicine.
  9. Panate i fiori e immergeteli nell’olio, friggere per 2/3 minuti, scolate e asciugate su carta assorbente e salate.

Impiatta e buon appetito!